accademia di studi e ricerche in odontostomatologia
e prevenzione odontomatologica

iscriviti adesso

11° international meeting accademia il chirone


Roma, 21 - 22 settembre 2018



Scarica la brochure


 
Iscriviti ora

Razionale

 

Le categorie di ‘giovane’, ’adulto’, ‘anziano’, spesso insufficienti a inquadrare il variegato modo di essere di ogni singolo, sono oggi del tutto insufficienti in ragione dei profondi mutamenti sopraggiunti a cavallo dei due secoli in cui ci troviamo coinvolti e del significativo aumento dell’età media della popolazione. Non possiamo dimenticare, infatti, che negli anni Cinquanta l’aspettativa di vita era di 60 anni per gli uomini e di 65 per le donne, mentre oggi si parla rispettivamente di 80 e 85 anni.

Ne consegue che un sessantenne che alla metà del secolo scorso sarebbe stato certamente definito anziano ha oggi un’attesa di vita di circa 20 anni e quest’orizzonte espanso non gli condì sente di definirsi, ed ancor meno, sentirsi vecchio. Il suo sentire lo porta ad affrontare un periodo in cui, libero dai molti stress di quell’età che definiamo adulta lo pone in una condizione di grande libertà personale e di intima soddisfazione. Si tratta di mutamenti sociali complessi che hanno portato ad una ridefinizione delle fasce di età. Ecco dunque che sempre più spesso si sente parlare di giovani (21-25 anni) e di giovani adulti (26-34), di adulti propriamente detti (35-54) ed ancora di tardo-adulti (55-64); si giunge così a quella che un tempo veniva chiamata terza età e che oggi grazie alla sua dilatazione temporale comprende l’apparente ossimoro dei ‘giovani anziani’ (65-75), gli ‘anziani’ veri e propri (76-84) e i ‘grandi anziani’ (85 e oltre). Le fasce d’età, se aggiungiamo l’infanzia e l’adolescenza, sono dunque diventate nove e forse in futuro l’aumento progressivo dei centenari potrebbe rendere necessari nuovi aggiustamenti.

Questa nuova visione delle fasi della vita crea nuovi bisogni e nuove sfide in tutti i campi e proprio per questo anche l’odontoiatria, insieme alle altre discipline mediche, è chiamata ad adeguarsi e dare nuove risposte a nuovi bisogni. Tutte le statistiche ci dicono che tenderanno a scomparire la figura del vecchio edentulo portatore di dentiera, del vecchio con il bastone, del vecchio dai movimenti impacciati per far posto ad una nuova figura che saprà cogliere tutti i vantaggi del progresso medico, psicologico, esistenziale. Quest’anno il Chirone, con la visione interdisciplinare che gli è propria, vuole tracciare un quadro della situazione e interpretare, se possibile, il futuro che ci aspetta. Un segnale di grande speranza e di grande attualità.

Ancora una volta un arrivederci a Roma sempre più numerosi, sempre più coinvolti

 

Estratto rassegna stampa

 

Tracciare un bilancio di un decennio di attività nella promozione culturale odontoiatrica e medico culturale, in generale, può apparire arduo. Ma è quello che si è cercato di fare il 15 e 16 settembre al Dipartimento di Scienze Odontostomatologiche dell’Università Sapienza di Roma, con la celebrazione del decimo anno di vita de “Il Chirone”, Accademia nata nel 2007 dietro ad un sogno di promozione culturale e professionale accarezzato soprattutto dai promotori, Ugo Covani, Roberto Grassi, Gianna Maria Nardi e Annamaria Genovesi.

Da 10 anni l’Accademia di di studi e ricerche di odontostomatologia e prevenzione Odontostomatologica Il Chirone porta all’attenzione dell’intera comunità odontoiatrica la prevenzione e le connessioni tra cavo orale e alcune patologie sistemiche, dimostrando, attraverso i contributi di valenti relatori, che gli stili di vita corretti hanno per la salute dell’individuo una importanza fondamentale.

Con l’edizione di quest’anno il Congresso Il Chirone compie dieci anni. Opportuno quindi tentare un bilancio sintetico di quanto è stato fatto, di quanto le sue idee ed i suoi obbiettivi coincidano con le evoluzioni delle scienze della prevenzione e della cura. Non c’è dubbio che nell’ambito della scienza della salute e, ovviamente, della prevenzione e della cura, si afferma sempre più il concetto della multidisciplinarietà che trova applicazione nell’ormai definita nascita delle professioni sanitarie.


Accademia Il Chirone

+39.3938368151